Torna a: Home / Biografia

Commedia Arlecchina

Commedia Arlecchina Rosaura e Colombina sono maschere-ragazze che vogliono andare a scuola. Pantalone, loro padre, vorrebbe che rimanessero quali sono sempre state e, vista la loro determinazione, chiama il Dottor Balanzone per curarle. Nel frattempo al servizio di Pantalone arrivano Arlecchino e Brighellina e le due ragazze cercano di convincere Arlecchino a diventare finalmente una persona. Brighellina però gli "apre gli occhi" e lo riporta alla sua realtà di maschera; gli parla della felicità che ciò comporta: il mondo cambia, ma loro, le maschere, sono ancora là, ancora al servizio di un'altra commedia. Arlecchino si lascia convincere perché, si sa, non è cuor di leone. Anche il Dottore, sebbene innamorato di Rosaura e attratto dalle lusinghe di un cambiamento, ci ripensa: che significato avrebbe la sua vita se, lasciando il personaggio, si offrisse al mondo degli uomini? Rosaura e Colombina tentano da sole di lasciare il teatro, ma l'autrice le riporta in scena, perché sostiene che ancora non è il momento, per le maschere, di lasciare il palcoscenico: per questo bisognerà scrivere un'altra commedia o aspettare un altro tempo.

Testo e regia Maila Ermini.

commedia arlecchina commedia arlecchina

Descrizione e foto sono tratte dal sito ufficiale del Teatro La Baracca