x

I nostri teatri contro l'emergenza freddo

Firenze. Inverno 2009/2010: centinaia di persone costrette a dormire all'aperto, con temperature spesso sotto lo zero. Saverio Tommasi si è attivato in prima persona insieme ad associazioni, gruppi e comitati. Di seguito alcune delle azioni che lo hanno visto protagonista in difesa dei diritti dei senza niente.

Appello

Appello dell'attore Saverio Tommasi ai direttori artistici dei teatri fiorentini: apriamo le nostre sale e trasformiamole in dormitori momentanei contro l'emergenza freddo.

Aprite i teatri, liberate la generosità: ospitate un clochard alla Pergola, al teatro di Rifredi, al Puccini e in ogni teatro fiorentino "Cabina Teatrale di Saverio Tommasi" dà il buon esempio.

Cabina Teatrale di Saverio Tommasi è un teatro minuscolo, uno spazio di ritrovo e socializzazione, da domani anche dormitorio per una o due persone. Saverio Tommasi, attore e autore, proprietario di Cabina Teatrale, spiega: "Il teatro è vita se nella vita ci entra a cuore aperto, se si nutre di denuncia e impegno, se stupisce; altrimenti è fiction. E dunque rivolgo", continua Saverio Tommasi, "un appello a tutti i teatri di Firenze e provincia perché colgano la portata sociale di aprire le proprie porte a clochard, barboni, senza dimora, immigrati e italiani travolti dalla crisi, dedicando almeno qualche stanza dei loro stabili teatrali a un pubblico non pagante ma altrettanto importante: quello che muore di freddo".

"Cabina Teatrale", spiega il suo direttore artistico Saverio Tommasi, "farà esattamente così: darà una delle sue due stanze a qualsiasi bisognoso infreddolito. Da una parte stiamo attivandoci, dall'altra siamo disponibili a segnalazioni". Saverio Tommasi conclude: "Non possiamo girarci dall'altra parte, a noi cosiddetti 'operatori della cultura' è chiesto di essere promotori di novità e gentilezza. Del resto è il nostro lavoro: come possiamo pensare che qualcuno abbia altrimenti voglia di godersi uno spettacolo teatrale mentre a duecento metri da quelle stesse stanze dove qualcuno dovrebbe ridere, sorridere e ascoltare, qualcun altro muore di freddo?"

CABINA TEATRALE di Saverio Tommasi
info@saveriotommasi.it
www.saveriotommasi.it/cabina-teatrale

 

Saverio Tommasi su Controradio

Saverio Tommasi e Sabrina Sganga (giornalista di Controradio), la notte fra il 12 e il 13 gennaio 2010, hanno effettuato una ricognizione informativa presso la Stazione Santa Maria Novella (Firenze), in conseguenza dell'allarme lanciato da alcune associazioni (fra cui Fuori Binario, Aurora, la stessa Cabina Teatrale di Saverio Tommasi e la Comunità di base delle Piagge), sulle terribili condizioni in cui centinaia di persone erano costrette a dormire in pieno inverno, all'aperto, con una temperatura spesso sotto lo zero.
Nel file audio, formato mp3, si possono ascoltare le interviste, successivamente trasmesse anche dall'emittente radiofonica Controradio Popolare Network.

Sgombero Osmatex

All'appello rivolto ai teatri fiorentini per un'apertura straordinaria volta all'accoglienza dei senza dimora, Saverio Tommasi ha agito di conseguenza, aprendo le porte della sua Cabina Teatrale a una famiglia di origine rom (madre, padre ed Elisa, la bambina di cinque anni), rimasta senza rifugio a causa di uno sgombero ordinato dal sindaco di Sesto Fiorentino Gianni Gianassi, ordine partito in pieno inverno e senza avere previsto una sistemazione alternativa.

Pigiamata

Protesta mediatica in tenuta "da notte" per chiedere al Comune di aprire le porte delle stazioni ferroviarie ai senza tetto.

Galleria

Video

TORNA SU
Il sito è stato realizzato da Delta Digital