x

Georgofili a casa vostra: teatro d'appartamento

Gennaio 2010

Tre anni dopo la sua prima versione (2007) lo spettacolo "Georgofili, una via una strage", è stato aggiornato, dallo stesso Saverio Tommasi, con un post finale di 15 minuti (durata totale dello spettacolo un'ora e venti minuti), relativo alle nuove rivelazioni: da Massimo Ciancimino alle ammissioni di Pietro Grasso, da Violante a Mancino passando per Berlusconi e Spatuzza. Decidendo di riproporre lo spettacolo, in questa nuova veste aggiornata, con la modalità del teatro d'appartamento. Per l'occasione Saverio Tommasi girò un breve video/spiegazione davanti all'olivo che, in via dei Georgofili, ricordava i morti e i feriti a causa dei 250 chilogrammi di tritolo.

Di seguito la spiegazione dello stesso Saverio Tommasi.
Aggiornamenti e tournée "sconvolgente". Prendiamoci le nostre responsabilità.

L'antefatto

Ho rimesso mano al mio spettacolo Georgofili, una via una strage aggiornandolo con un post finale, frutto delle rivelazioni di questi ultimi sei mesi: da Massimo Ciancimino alle ammissioni di Pietro Grasso. Da Violante a Mancino passando per Berlusconi e Spatuzza. Una fiera degli errori e degli orrori.
E ho deciso di proporre lo spettacolo a domicilio. Al vostro domicilio.

Il fatto

Funziona così: mi chiamate, fissiamo una data e rappresento lo spettacolo nella sua versione originale più il post finale nuovo di zecca e aggiornato quotidianamente, a casa vostra. Nel vostro salotto o nel vostro tinello, nel bagno o in cantina.
Invitate qualche amico, parente, zio o nonno. Anche qualcuno del Pdl, se vi va, così a fine spettacolo intavoliamo una bella discussione.
Ogni spettatore paga 10 euro, ricevendo in cambio un regolare biglietto Siae e un pezzo di verità in forma teatrale a casa sua.
P.S. l'offerta vale solo per le case private e i piccoli gruppi di amici; per quanto riguarda istituzioni, teatri, comuni e piazze il prezzo è ben altro e a cachet.
L'operazione serve per contribuire all'autorganizzazione dal basso con un'offerta di informazione e teatro, non per far risparmiare le direzioni artistiche svendendo uno spettacolo. Giusto, no? :-)

Sì, potete farlo

Nessun posto è così piccolo da non poterlo rappresentare. Non accampate scuse. Organizziamoci. La verità è a portata di mano, è arrivata l'ora di fare pressione.
I padroni di casa, consiglio personale, possono decidere di invitare gli amici a cena e dopo tutti in salotto, c'è Saverio Tommmasi con "Georgofili, una via una strage". Sembra una battuta, invece è democrazia.

Cosa ci guadagno

Ho investito in pubblicità radiofonica 1000 euro più iva. Io metto lo spettacolo, voi mettete quanto basta perché, con 15 o 20 date, possa almeno recuperare i soldi della pubblicità radiofonica. Sì, se l'operazione ha successo lavoro gratis. Ma la verità sulle stragi è a portata di mano, oggi, domani, mentre i teatri hanno tempi di programmazione lunghissimi, così rassegne e festival. Luoghi che comunque, in parte, ho già avuto modo di toccare. E invece c'è bisogno di fare pressione oggi, ora. C'è bisogno della vostra organizzazione, della vostra volontà.
Lavoro con la consapevolezza che non c'è altra scelta se non quella di mettersi in gioco mani e piedi, cuore e cervello. Se vogliamo la verità dobbiamo muoverci, agitarci, gridare e organizzarci. Ora.

Notizie varie

Il testo originale, scritto tre anni fa (e dunque senza il post finale nuovo di zecca e aggiornato quotidianamente in esclusiva per casa vostra), potete trovarlo nella sezione libri (prefazione di Rita Borsellino e introduzione a cura dell'associazione tra i familiari delle vittime). È ormai dimostrato che il testo originale non conteneva un solo errore: dal papello al suo contenuto, entrambi confermati in questi giorni, all'esistenza di una trattativa fra Stato e Cosa Nostra negli anni '92 - '93, anch'essa ufficialmente confermata dopo tre anni dalla scrittura del testo.

"Siamo all'anticamera della verità, ma non tutti la vogliono"

Pubblico Ministero Ingroia - ottobre 2009

Video

TORNA SU
Il sito è stato realizzato da Delta Digital