Sei in: Home » Spettacoli teatrali » Racconti di gente giusta

Racconti di gente giusta

Questo è uno spettacolo di teatro civile di parola e narrazione.

Guarda il promo dello spettacolo.

Richiedi questo spettacolo.

Appunti partigiani, taccuini di guerra. Storie e testimonianze raccolte da Saverio Tommasi attraverso interviste e richieste di racconti ai diretti protagonisti della seconda guerra mondiale (sempre meno, sempre più vecchi), e qui riscritte dallo stesso Tommasi in chiave prettamente teatrale.

La rappresentazione, costruita come un lungo monologo di circa 50 minuti, prevede il solo Saverio Tommasi in scena con accanto una sedia, due torce e una vecchia lampada a olio. Alcune fascine di legna chiudono la scena sul retro.

Saverio Tommasi interpreta un vecchio brontolone; durante lo spettacolo si sorride ma più spesso si è costretti a chiedere un fazzoletto e asciugarsi i lucciconi.
Il testo dello spettacolo, scritto dallo stesso Saverio Tommasi, ha avuto come base uno studio filologico della parola e dei testi, mirando al recupero di espressioni e modi di dire tipici toscani; il testo, recitato in vernacolo fiorentino, risulta comprensibilissimo in ogni parte d'Italia.

Racconti di gente giusta riprende in parte, ampliandole e talvolta cesellandole, le storie contenute in due diverse e precedenti produzioni teatrali, nate sotto forma di spettacoli a occasione: "Banditi!" e Il 25 luglio 1944 s'era a S. Giorgio.

Dello spettacolo "Il 25 luglio 1944 s'era a S. Giorgio" è stato realizzato un video.

Il prezzo della rappresentazione comprende l'invio di due locandine formato 70cm x 100cm.
Se vuoi puoi scaricarle in alta risoluzione (attenzione: MB 22,8!) cliccando locandina Racconti di gente giusta.

Il testo è stato pubblicato nell'omonimo libro "Racconti di gente giusta" con la prefazione di Tino Casali (presidente nazionale ANPI).