x

Per non dimenticare: le lettere dei condannati a morte della Resistenza



Servizio di Saverio Tommasi per Fanpage.it

25 aprile 2015
Erano anni che non recitavo e ho deciso di riprovarci oggi, in questo settantesimo anno dalla Liberazione, interpretando quattro lettere dei condannati a morte della Resistenza.

E allora buon 25 aprile a tutti, per non dimenticare. Perché il 25 aprile è come un compleanno con una torta grande, quando però la torta te l'hanno fregata. E tu festeggi, perché è sicuramente un giorno da festeggiare, ma capisci che oggi manca ancora qualcosa. E allora festeggi più forte, perché questo qualcosa arrivi, e il groppo in gola fai finta di non sentirlo.

TORNA SU
Il sito è stato realizzato da Delta Digital